Virtus Roma, pesante ko alla prima di Bechi: Cagliari vince 82-65

Un tremendo secondo tempo della Virtus Roma consegna a Cagliari un meritato successo. Tra i romani si salva solo Thomas, out per infortunio nell’ultimo quarto. È amaro il debutto di Bechi. Penultimo posto in classifica e domenica altra trasferta ad Agrigento

Virtus Roma ko anche a Cagliari

Virtus Roma ko anche a Cagliari

Non c’è tregua per la Virtus Roma, che dopo l’esonero di Fabio Corbani e l’arrivo di Luca Bechi, coglie la quarta sconfitta consecutiva sul campo di Cagliari. I sardi vincono 82-65 con un perentorio secondo tempo, quando i capitolini cedono nettamente e non possono nulla davanti all’avanzata della Dinamo.

L’unica luce in questa buia serata è Aaron Thomas, il cui infortunio nell’ultimo quarto rischia però di oscurare anche i suoi 24 punti odierni. Penultimo posto in classifica, visita ad Agrigento nel prossimo turno ed interventi sul mercato che ormai sembrano imprescindibili.

La Virtus si presenta all’ultimo mese di questo 2017 in una situazione inattesa qualche mese fa, e che rischia di pregiudicare il resto del campionato. A Bechi l’arduo compito di far risalire la china ai suoi ragazzi.

LA PARTITAThomas e Keene aprono le marcature per le loro squadre, entrambi dal perimetro. Bucarelli dà il giusto sprint a Cagliari, che vale il 12-6. La risposta di Roma è tutta in Thomas, che a suon di canestri ribalta il punteggio regalando il vantaggio ai suoi (15-16). Le triple di Chessa e Keene chiudono il quarto con la Virtus avanti 21-23.

Lo stesso classe ’95 parte forte nel secondo quarto ed avvia un parziale da 10-2, concluso dalla tripla del giovane Ebeling, che porta Cagliari sul 31-25. Bechi chiama timeout e Roma trova linfa vitale con Benetti (31-30), con la tripla di Thomas che vale il 34 pari. Keene riallunga dalla distanza, con il primo tempo che si chiude con i sardi avanti 39-38.

Roma parte forte nella seconda metà di gioco e si porta sul 39-44 ma Cagliari risponde con un parziale di 7-0 lanciato da un’altra tripla di un brillante Ebeling (46-44). Chessa e Baldasso dal perimetro issano la Virtus sul +4 (48-52) ma una sanguinosa persa in difesa rilancia i sardi che firmano un nuovo parziale di 7-0 (55-52). Landi tiene a galla Roma, Bucarelli è micidiale dal perimetro ed il quarto si chiude con un ritrovato Rullo, che regala ai suoi un pesante 65-56.

Ed il mini-parziale di 5-0 che avvia l’ultimo quarto, con Turel protagonista, chiude virtualmente il match (71-56). Sulla Virtus piove sul bagnato per l’infortunio di Thomas, costretto a lasciare il campo. I restanti minuti si trasformano in un prolungato ‘garbage time’, con Roma che affonda fino al definitivo 82-65.

IL COMMENTO – Il cambio al timone tra Corbani e Bechi lasciava una flebile speranza per una reazione emotiva già a partire dal match di stasera; aspettativa rimasta vana. La Virtus Roma ha tenuto il campo per solo un tempo, prima di smarrirsi definitivamente dopo un buon inizio di terzo quarto.

Spentosi Thomas (24 punti, out per infortunio nell’ultimo quarto), è calato il sipario. Il neo coach virtussino ha potuto condurre pochi allenamenti con la squadra prima di questo impegno a Cagliari e sembra prematuro lanciarsi in disamine tecnico-tattiche. Ma va sottolineato il posto in quintetto per Maresca e Benetti, con Vedovato lasciato ai margini delle rotazioni ed un Basile impiegato (quasi) solo nel ‘garbage time’.

Nullo Baldasso, un Landi che sembra aver perso smalto, Chessa ancora in fase di rodaggio dopo il recente infortunio ed un Roberts troppo poco incisivo sotto canestro. Il dominio a rimbalzo dei cagliaritani (46 a 31) è l’emblema di una Virtus apatica e con poca voglia di lottare, specie nell’area dei sardi, dove i ragazzi di Paolini non hanno trovato resistenza al loro maggior impatto fisico. Non mancherà il lavoro per Bechi, con una classifica sempre più drammatica che mostra la Virtus penultima con sole due lunghezze di distanza da Napoli.

Sempre più evidenti alcuni difetti di costruzione della squadra, che necessiterebbero di un urgente intervento sul mercato. A partire da una fase di regia che più che scontare l’inesperienza di Baldasso paga l’assenza di una figura esperta, di riferimento e rodata per la categoria. E domenica si va sul campo di un’affamata Agrigento.

CAGLIARI-VIRTUS ROMA 82-65 (21-23; 39-38; 65-56)
CAGLIARI: Ibba ne, Keene 28, Allegretti, Turel 6, Rullo 12, Ebeling 10, Matrone, Bucarelli 10, Stephens 10, Rovatti 6, Angius ne. All: Paolini.
ROMA: Benetti 5, Basile, Maresca 3, Chessa 9, Donadoni ne, Baldasso 3, Lucarelli ne, Landi 10, Vedovato, Roberts 11, Thomas 24. All: Bechi.

Matteo Buccellato

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: