Arrigo Sacchi e il suo Calcio Totale

“Calcio totale. La mia vita raccontata a Guido Conti”, un bestseller con gli aneddoti e le curiosità del tecnico che rivoluzionò il gioco del pallone con la sue teorie sul calcio totale

Un bestseller che ripercorre le tappe più rilevanti della vita personale e professionale del grande Arrigo Sacchi. L’Arrigo nazionale è stato e continua tuttora ad essere una personalità di spicco nel panorama del calcio internazionale.

In Calcio totale. La mia vita raccontata a Guido Conti” (Mondadori, 2017) si rintraccia un mirabile compendio degli episodi di vita più significativi che, nel tempo, hanno contribuito a collocare stabilmente Arrigo Sacchi nell’olimpo del calcio.

L’incipit della narrazione risale alla fanciullezza di Sacchi. In un giorno d’estate, il padre Augusto regalò al piccolo figlio Arrigo un pallone da calcio in cuoio, quale ricompensa per il suo profitto scolastico. Da qui, uno dei primi insegnamenti di vita appresi da Sacchi e che, in futuro, diverrà un leitmotiv della sua concezione sportiva calcistica:

Se ti impegni, avrai una ricompensa.

Poi, la malattia del padre Augusto, costrinse il giovane Arrigo (all’epoca, studente di ragioneria) a riversare le sue energie nella conduzione e nella gestione dell’azienda familiare giungendo a lavorare anche per «diciotto ore al giorno».

«Ero destro, ma giocavo terzino sinistro» (come più avanti accadrà anche ad un suo giocatore di nome Paolo Maldini). Dopo una breve e discreta carriera da difensore, il giovane Sacchi fu costretto ad appendere gli scarpini al chiodo a causa di alcuni problemi fisici. Ma qui, accadde qualcosa di sensazionale e, forse, profetico.

Un suo grande amico, Alfredo Belletti, gli disse: «Se non puoi giocare, fa’ l’allenatore!». Nasce così il mito del Profeta di Fusignano”. Nel libro vengono citati i principali aneddoti della carriera di Arrigo Sacchi, che nel 1973 esordì da allenatore del Fusignano (2° categoria dilettanti) vincendo il campionato. Da qui in poi, Arrigo si siederà sulla panchina di numerosi club tra cui: Cesena, Rimini, Fiorentina e Parma.

Nel 1987 raggiunse l’apice della sua carriera approdando al Milan di Silvio Berlusconi. Dopo un inizio di stagione poco brillante, si affermò il Grande Milandi Sacchi, che riuscì a “vincere e convincere” sia in Italia che in ambito internazionale. I molti onori da allenatore, però, furono compensati da grandi oneri, che Arrigo dovette pagare a caro prezzo soprattutto sul piano della salute fisica.

Così per staccare un po’ la spina, Sacchi divenne CT della Nazionale italiana. Arrigo Sacchi guidò gli Azzurri ai Mondiali di USA ’94, perdendo in finale solo ai rigori contro il Brasile, e agli Europei di Inghilterra ’96, uscendo nella fase a gironi. Negli ultimi anni della sua carriera Arrigo Sacchi si alternò nei ruoli di direttore ed opinionista sportivo.

Dal 2010 al 2014 ha assunto la prestigiosa ed impegnativa funzione di coordinatore delle squadre nazionali giovanili. Oggi, il Profeta di Fusignano è un apprezzato e valente opinionista televisivo, che gode di elevata stima anche per i suoi illuminanti articoli di calcio, i quali hanno anche una finalità educativa e propedeutica al miglioramento del settore sia a livello di calcio giocato che di business management.

Il “Calcio Totale” è, quindi, la sublimazione del pensiero calcistico praticato e ancor di più caldeggiato da Sacchi, in cui sono descritti alcuni solidi pilastri del suo modo di intendere il calcio: l’esaltazione del collettivo, lo sviluppo a tutti i livelli del club della cultura del lavoro, l’ostinata ricerca del perfezionismo, l’ambizione all’innovazione, la straordinaria massimizzazione dei valori della passione e della motivazione ed, ovviamente, l’esigenza prioritaria di salvaguardare sempre il gusto per la bellezza dello spettacolo.

In definitiva, il libro “Arrigo Sacchi. Calcio Totale. La mia vita raccontata a Guido Conti”, oltre ad essere una interessante narrazione biografica di un grande uomo di sport, rappresenta un valido memorandum per chi volesse intraprendere il ruolo di allenatore di calcio. Naturalmente, un allenatore votato al calcio totale.

Francesco Ciavarella

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: