Virtus Roma, débâcle a Latina (87-54) e playout. Al primo turno affronterà Roseto

Secondo playout in tre anni di Serie A2 per la Virtus Roma. La sconfitta di Latina condanna i capitolini ad un altro tormentato finale di stagione. Nel primo turno ci sarà Roseto, con sfida al meglio delle tre gare

Virtus Roma ko a Biella

Sconfitta per la Virtus Roma nella 30ª ed ultima giornata di Serie A2, che travolta a Latina per 87-54 si vede condannata al dover passare per i playout per mantenere la categoria. Priva di Roberts (indisponibile per motivi personali) e Baldasso (ancora infortunato), le sole dignitose prove di Chessa e Thomas non bastano per impensierire la compagine pontina, che dal terzo quarto in poi dilaga senza trovare alcuna resistenza.

Tante le occasioni perse in stagione per raccogliere quei punti in più che oggi sarebbero valsi ossigeno vitale per la classifica. Ora i playout, rischiosa carambola che decreterà l’ultima retrocessione in Serie B: per la Virtus, al meglio delle tre gare, nel primo turno ci sarà Roseto.

LA PARTITA – Latina parte forte con Saccaggi ed Hairston (5-0), la Virtus non si spaventa e con Chessa tocca subito la parità, prima di concludere con Thomas e Landi un parziale di 11-0 che vale il 5-11.

Raymond riavvicina dall’arco i pontini (12-13), ma è ancora Thomas a spingere avanti Roma (12-17). Dalla lunetta è sempre l’ex Ferentino a cogliere il 20-20, prima che Thomas e Tavernelli fissino il punteggio al 10’ sul 22-22.

Partenza sprint anche nel secondo quarto per Latina, che con la tripla di Raymond chiude un parziale di 7-0 (29-22). Roma risponde dalla stessa distanza con il duo Chessa-Landi, issandosi sul -2 (33-31).

Ma un altro parziale di 7-0 dei pontini spacca in due il quarto, con Ranuzzi che trascina Latina sul +9 (40-31). Ancora un ispirato Chessa dall’arco firma il -4 (40-36), con i liberi di Saccaggi a siglare il 42-37 con cui si torna negli spogliatoi.

Nuova frazione, stesso inizio: Latina preme sull’acceleratore e tocca il +10 (49-39). Roma smarrisce la via del canestro ed i pontini scappano via, toccando con Hairston il +17 (63-46). Ambrosin rimarca anche per il +19, prima che Landi chiuda il terzo quarto con Roma che soccombe sul 67-49.

Ultimo quarto che è un prolungato ‘garbage time’, in cui Latina dilaga. Finisce 87-54: Latina termina qui la stagione, per Roma ci saranno i playout.

IL COMMENTO – La matematica offriva pochissime chance di salvezza diretta alla Virtus, che con la sconfitta di Latina certifica definitivamente l’appendice dei playout, per la seconda volta in tre anni di Serie A2. Roma ha sprecato tante occasioni nel corso dell’anno per salvarsi con relativa tranquillità, in ognuna delle guide tecniche che hanno caratterizzato la sua stagione.

Micidiali le sconfitte a Reggio Calabria e Napoli durante l’era Corbani, troppo remissivo l’atteggiamento in tante trasferte a guida Bechi, fatale il ko di poche settimane fa contro l’Eurobasket con Bucchi head coach.

Una stagione che ha evidenziato notevoli difficoltà a livello tecnico, con un settore lunghi a lungo falcidiato degli infortuni, un Thomas eccessivamente individualista, un Baldasso che spesso ha pagato il prezzo del ‘debutto’ da play titolare, un Maresca mai incisivo ed un Chessa a rilento con problemi fisici che ne hanno condizionato la prima parte dell’annata. Il tutto distribuito entro le tre già citate differenti guide tecniche, ogni volta cercando di ricucire i pezzi.

Ora i playout, con il primo turno contro Roseto. Si giocherà al meglio delle tre gare, con Roma che avrà dalla sua il fattore campo. In attesa del calendario ufficiale, con ogni probabilità gara 1 sarà domenica 29 aprile al Palazzetto dello Sport, gara 2 giovedì 3 maggio in Abruzzo ed eventuale gara 3 domenica 6 maggio sempre al Palazzetto. Chi vincerà sarà salvo, chi perderà sfiderà la perdente di Piacenza-Napoli, in una sfida ancora al meglio delle tre gare che sancirà la terza ed ultima retrocessione in Serie B.

LATINA-VIRTUS ROMA 87-54 (22-22; 42-37; 67-49)
LATINA: Hairston 10, Guerra, Tavernelli 6, Ranuzzi 8, Saccaggi 9, Allodi 8, Pastore 7, Di Ianni 4, Jovovic 4, Ambrosin 6, Raymond 23, Cavallo 2. All.: Gramenzi.
ROMA: Maresca 3, Chessa 12, Baldasso ne, Lucarelli, Landi 6, Vedovato 4, Thomas 23, Spizzichino, Parente 5, Raucci 1. All.: Bucchi.

Matteo Buccellato

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: