Di gocce, ascensori e altri drammi. Ecco Xanax a Roma.

Risate e riflessioni tra medicinali e imprevisti in scena al Teatro de Servi di Alessia Carlozzo (@acarlozzo) Qualche oretta di straordinario, terminare apparentemente un lavoro (questo non ci è dato saperlo), chiudere il proprio pc e con calma apparente dirigersi verso l’ascensore. Di venerdì sera in ufficio rimangono sempre un gruppetto sparuto di stakanovisti, il resto dei dipendenti, già protagonisti di un glorioso countdown verso l’ora X che segna l’inizio dell’agognato week end, è già lontano da quel luogo. Così...