Approvato il primo vaccino contro la malaria

L’OMS ha dato il via libera all’utilizzo del Mosquirix, prodotto dall’azienda farmaceutica britannica GlaxoSmithKline.

Un “ok” storico quello arrivato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che ha approvato in via definitiva il primo vaccino contro la malaria, malattia parassitaria tra le più infettive che ogni anno uccide circa 400mila persone in tutto il mondo, soprattutto nell’Africa subsahariana.

Il nome del vaccino è RTS,S/AS01 (o Mosquirix), prodotto dall’azienda farmaceutica britannica GlaxoSmithKline, e ha effetto su tutte le malattie parassitarie, come la malaria. Il siero agisce infatti contrastando il Plasmodium falciparum, il più mortale e diffuso dei suoi 5 agenti patogeni.

L’OMS ha dato il via libera al vaccino contro la malaria prodotto da GSK basandosi sui risultati di un programma pilota portato avanti in Ghana, Kenya e Malawi, con oltre 800.000 dosi somministrate a partire dal 2019 a bambini di età compresa tra 5 e 7 mesi, con richiamo finale a 1 anno e mezzo. Contattato da FanPage, il professor Andrea Crisanti, microbiologo dell’Università di Padova e tra i maggiori esperti di malaria, ha sottolineato che la protezione del 39% dal contagio è “piuttosto bassa” e che secondo gli studi “è emerso che la combinazione del vaccino con altri farmaci conferisce una protezione del 70%. Non è ancora abbastanza, ma è meglio di niente. Bisogna essere chiari: l’approvazione di questo vaccino è stata possibile solo perché siamo disperati. In nessun’altra situazione l’OMS avrebbe approvato un vaccino con una protezione così bassa“.

Articolo a cura della redazione

Immagine di copertina via twitter.com/Andy_Burton

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Preference Center

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: