Another Coffee Stories: una nuova casa editrice per amanti di libri e caffè

Appena nata, sta già facendo parlare di sé: è Another Coffee Stories, casa editrice che abbina i libri ad un particolare gusto di caffè. E che porta avanti un’iniziativa solidale. La nostra intervista alla fondatrice Anna Giada Altomare e all’autore Mario Congiusti

Sui social sta iniziando a farsi conoscere e sembra portare una ventata di aria fresca e novità la nuova casa editrice Another Coffee Stories. Casa editrice nata a fine 2020, sicuramente già dal nome fa venire voglia di leggere un buon libro insieme ad una tazza di caffè.

Ma chi c’è dietro questa idea editoriale? Ho avuto il piacere di fare una chiacchierata con la fondatrice, Anna Giada Altomare e toglierci qualche curiosità sulla loro storia e anche di conoscere meglio il loro primo libro, uscito il 10 gennaio, dal titolo “Il cuore del cuore” di Mario Congiusti.

Giada, in un periodo così complicato per l’editoria, hai fondato una nuova casa editrice che ha, oltretutto, un nome un po’ insolito. Come è nata l’idea di “Another Coffee Stories”?

Siamo nati il 4 dicembre 2020, anno importante, che ci ha fortemente destabilizzati, ma che allo stesso tempo ci ha dato modo per riflettere su noi stessi e i nostri progetti. Another Coffee Stories nasce da un lunghissimo percorso. Il progetto di concretizza nell’ottobre 2020 in tutti i suoi aspetti e a dicembre fondo ufficialmente l’impresa. Siamo un gruppo di amici con vite completamente diverse ma avevamo un sogno che, come molti, avevamo paura a realizzare. Abbiamo sfruttato tutto il 2020 per darci l’opportunità di creare, parallelamente ai nostri lavori, questo nuovo progetto. E ce l’abbiamo fatta. Il nome particolare è dato dal fatto che tutti i membri del team, io in primis, siamo letteralmente drogati di caffè tanto da aver scelto delle miscele simbolo per ogni libro. Ma questa e altre sorprese che abbiamo nel cassetto verranno svelate presto.

Puoi spiegare ai nostri lettori cosa portate di nuovo e diverso nel mondo della letteratura?

Sicuramente di nuovo portiamo il piacere di leggere un libro col proprio caffè dedicato. Un’altra nostra iniziativa è la possibilità di vedere in forma tridimensionale i personaggi delle storie che si sono amate di più. Per ogni opera andremo a creare delle bambole sui personaggi dei libri che ci verranno commissionati. Ci sembra un’idea originale per creare un filo diretto con i lettori, un valore affettivo. Inoltre, offriremo la possibilità di partecipare al Book Club. Abbiamo in progetto caffè letterari, incontri con gli autori, che per ora a causa della pandemia saranno tutti online, almeno finché la situazione non permetterà la vicinanza. Siamo una casa editrice completamente gratuita: non facciamo pagare nulla agli autori proprio perché l’autore ci affida il suo lavoro e noi vogliamo valorizzarlo al meglio. Il nostro obiettivo è certamente puntare sulla bellezza delle opere, di fare un lavoro sull’opera e sulla figura di ogni autore per poter capire davvero il formarsi delle idee all’interno di ogni singola personalità, creando un vero rapporto col pubblico.

Another Coffee Stories porta avanti un’iniziativa molto bella: sul vostro sito c’è una sezione dal titolo “Adotta una Mascotte”.

Sì, è un’altra delle nostre iniziative simbolo. Poiché amanti degli animali, soprattutto dei gatti, abbiamo deciso di raccoglierli dalla strada, vaccinarli a nostre spese e creare una campagna di donazioni e possibilità di adozione con tanto di modulo e set firmato Another Coffee Stories. Siamo molto contenti perché già dopo solo un paio di settimane abbiamo avuto due adozioni. Per chi non può adottare fisicamente ma vorrebbe aiutarci abbiamo attivato un’altra iniziativa, un crowdfounding ed anche in questo ci speriamo tantissimo che possa avere successo.

Passando ora al primo libro edito da Another Coffee Stories, Il cuore del cuore, possiamo scoprire di più direttamente dal suo autore: Mario Congiusti.

Mario, di cosa parla il tuo libro?

Il libro racconta di un viaggio intrecciato fra una coppia di pensionati e un uomo in crisi con la moglie. Sono due storie che si uniscono, raccontando il senso della vita dei protagonisti stessi, dove il sentimento emerge nonostante le difficoltà.

Chi sono per te Nora e Felice, i principali protagonisti di questa avventura? E di Anselmo ci vuoi dire qualcosa?

Nora e Felice sono un po’ l’immagine della voglia di vivere nonostante l’età e nonostante le difficoltà della vita. Sono due persone che si lasciano andare senza paura del destino, cose che dovremmo fare tutti. Anselmo è invece una sorta di emblema della paura e dell’insicurezza, anche se alla fine riesce a sua volta a trovare la sua strada verso la serenità.

Non resta quindi che attendere tutte le novità che questa nuova e giovane casa editrice ha in serbo per tutti gli amanti della lettura. Sicuramente le idee e l’entusiasmo a questo gruppo di ragazzi non mancano. E non resta che partire con Nora e Felice per la prima tappa di quello che si preannuncia un lungo, emozionante, viaggio.

Interviste a cura di Giada Giancaspro

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: