Basket: la Virtus Roma perde 80-81 contro Pistoia e incassa la settima sconfitta consecutiva

Nello scontro salvezza con Pistoia altro ko negli ultimi secondi per la Virtus Roma, che spreca così una grande occasione per allontanarsi dalle zone basse della classifica

Arriva la settima sconfitta consecutiva per la Virtus Roma, che cade anche in casa contro Pistoia, di nuovo allo scadere, per 80-81. Dopo un buon primo tempo caratterizzato da un fenomenale Buford con 15 punti e 6/6 al tiro, chiuso con un  +12 di vantaggio, Roma va in totale black out nel terzo quarto e crolla sotto i colpi di Petteway e Johnson. Dopo un ultimo periodo giocato punto su punto, è proprio Justin Johnson a 1.9 secondi dalla fine a decidere l’incontro.

Prima del match un minuto di silenzio per commemorare la tragica scomparsa di Kobe Bryant, simbolo di questo sport, modello dentro e fuori dal campo.

LA PARTITA – Ottima partenza della Virtus Roma, che stampa subito un parziale di 6-0 nei primi minuti. Pistoia non ci sta e si rifà sotto prima con le triple di Dowdell e Petteway e poi con due canestri di Brandt, portandosi avanti sul 12-16. La squadra di Bucchi risponde con un altro parziale, questa volta di 9-0, interrotto solo dalla tripla sulla sirena dell’ex di turno D’Ercole, che chiude la prima frazione (21-21).

Nel secondo quarto sale in cattedra Buford, che con 9 punti in 4 minuti guida la fuga dei suoi, con il solo Johnson che prova a limitare i danni per la OriOra, costretta a chiamare il timeout sul 38-27. In questi secondi 10′ i capitolini esprimono un bel gioco con un ottimo giro palla. Buono anche l’approccio alla partita di Pini, che lotta su ogni rimbalzo come suo solito, e con un canestro allo scadere chiude la prima metà del match (48-36).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo un secondo quarto ad alto livello al rientro dalla pausa tra primo e secondo tempo, la Virtus mostra nuovamente tutti i suoi limiti. I padroni di casa vanno in totale blackout, Petteway e Johnson non si fanno sfuggire l’occasione portando il match in parità (61-61).

L’ultimo parziale viene giocato punto su punto, con molti errori da entrambe le parti e con la partita che si decide tutta negli ultimi 3 minuti. A 2’20” dalla sirena il solito Buford porta a +3 i suoi costringendo i toscani a chiamare il timeout (74-71). Al rientro in campo un fallo molto discutibile di Jefferson manda in lunetta Petteway, che fa 3 su 3. A un minuto dalla fine, di nuovo Buford porta in vantaggio Roma di tre lunghezze.

Pistoia non molla e con i liberi di Petteway e la tripla di Salumu si porta in vantaggio 77-79 a 30″ dalla fine. Ancora Buford riaccende le speranze con una tripla con 20” rimanenti sul cronometro. Speranze di vittoria spente da Justin Johnson, che a 1.9 secondi dal termine segna il canestro della vittoria che chiude il match sull’80-81.

IL COMMENTO – Brutta sconfitta della Virtus che spreca il vantaggio accumulato nel primo tempo. L’improvvisa perdita di lucidità e concentrazione è ormai una costante di questa squadra, che non riesce più a ritornare a vincere. Dopo la vittoria a sorpresa di Trieste contro Sassari sono solo due i punti che la separano  dalla zona playout. La Squadra, alla settima sconfitta consecutiva, è ora chiamata reagire. A complicare le cose anche il calendario: nelle prossime tre giornate mette di fronte ai capitolini  Fortitudo, Olimpia, e Dinamo Sassari.

VIRTUS ROMA – ORIORA PISTOIA 80-81 (21-21; 48-36; 62-61)

ROMA: Cusenza ne, Alibegovic 2, Rullo 3, Dyson 3, Baldasso 5, White, Pini 14, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 15, Buford 25, Kyzlik 13 All: Bucchi.

PISTOIA: Della rosa, Mati ne, Petteway 20, D’Ercole 3, Quarisa, Brandt 12, Salumu 14, Dowdell 7, Johnson 20, Wheatle 5 All: Carrera

Matteo Bandino

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: