Virtus Roma a ‘quota 100’: schiantata Legnano e sfida con Verona in Coppa Italia

Si apre con una vittoria il 2019 della Virtus Roma, che schianta Legnano con un ottimo Moore. In Coppa Italia sarà sfida con la Verona dell’ex Dalmonte

L’ultima giornata del girone d’andata del campionato di Serie A2 Ovest regala un successo alla Virtus Roma, che doma Legnano 100-81 ed inizia nel migliore dei modi il nuovo anno. I capitolini non riescono mai a prendere un distacco decisivo dai lombardi e faticano in difesa, ma guidati da Moore non perdono mai l’orientamento. Nel finale il maggior talento dei padroni di casa è essenziale per sfiancare Legnano, con Roma che va a vincere infrangendo quota 100.

In attesa della trasferta di Frosinone contro Cassino di domenica prossima, la Virtus chiude il girone d’andata al secondo posto e si guadagna la sfida con Verona nei quarti di Coppa Italia.

LA PARTITA – Sims sblocca le marcature e dà vita al lancio di pupazzi in campo per il “Teddy Bear Toss”. Alla ripresa del gioco London trova due inattese triple ma Moore manifesta subito voglia di riscatto dopo l’opaca prova di Scafati (10-6).

Trova la via del canestro anche l’ex Raffa, ma Sims ingrana e Roma prova a prendere il largo, prima che un’altra tripla di London chiuda il primo quarto con la Virtus avanti 22-17.

La tripla di Serpilli ed i liberi di Raffa valgono il sorpasso dei lombardi (24-25), con Roma che si aggrappa ad Alibegovic. Ma un parziale di 9-0 di Legnano, segnato dalla tripla di Ferri e da un antisportivo fischiato a Landi, spedisce la Virtus sul -6 (32-38).

Roma reagisce, con Saccaggi che ricuce dal perimetro per il 39-40 e Moore che si scatena nuovamente, portando i capitolini sul 47-42. I liberi di Bortolani chiudono il primo tempo sul 47-44.

Assolo personale di Saccaggi in avvio di terza frazione (52-44), a cui risponde Bortolani dal perimetro. Legnano prova a non perdere troppo terreno ma le inchiodate di Sims valgono il +10 (61-51).

Moore controlla la situazione nella seconda metà del quarto, con la Virtus che chiude al 30’ sul 69-62 al cospetto di una Legnano che non sembra alzare bandiera bianca.

Roma fatica a prendere un margine decisivo anche nell’ultima frazione, nonostante due buoni canestri di Baldasso. Saranno le triple di Chessa e Sandri a piegare definitivamente le difese dei lombardi, con i padroni di casa che vanno a vincere 100-81.

IL COMMENTO – Una vittoria, quella odierna, che dà morale alla Virtus Roma, all’inizio di questo gennaio che potrà dire molto sul cammino futuro della truppa di Bucchi. La bruciante sconfitta di Scafati ha lasciato molto amaro in bocca tra i tifosi, che oggi hanno però assistito al riscatto di un Moore decisamente più in palla di quello apparso in terra campana.

E se Sims svolge in relativa scioltezza il suo compito domenicale, il duo Sandri-Saccaggi sopperisce alla nuova assenza di Santiangeli, nonostante una fase difensiva che finisce nel complesso con il concedere qualcosina di una troppo ad una Legnano che finora era apparsa offensivamente sterile.

La Virtus Roma chiude il girone d’andata con il buon bilancio di 11 vittorie e 4 sconfitte, emblematico segnale di quali siano gli obiettivi stagionali al netto di qualche recriminazione per quei pochi stop che i ragazzi di Bucchi hanno incontrato.

I capitolini terminano questa prima parte di campionato al secondo posto, in virtù dello sfavorevole scontro diretto con Bergamo, e nel primo turno di Coppa Italia affronteranno la Verona dell’ex Dalmonte.

VIRTUS ROMA-LEGNANO 100-81 (22-17; 47-44; 69-62)

ROMA: Spizzichino ne, Alibegovic 12, Lucarelli ne, Chessa 5, Moore 28, Sandri 15, Baldasso 10, Saccaggi 8, Landi 2, Sims 20, Matic ne All: Bucchi

LEGNANO: Raffa 16, Bianchi 2, Ferri 9, London 23, Bortolani 15, Coraini, Bozzetto 13, Berra, Corti, Serpilli 3 All: Mazzetti

Matteo Buccellato

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: