Virtus Roma, vittoria con Biella 93-89. Domenica ultima giornata a Latina

In un Palazzetto per pochi intimi la Virtus Roma coglie il successo con Biella nel recupero della 27° giornata. Speranze di salvezza diretta sempre al lumicino, che passeranno dagli incroci dell’ultima giornata

Virtus RomaUna vittoria che dà fiducia alla Virtus Roma, che nel recupero della 27ª giornata supera Biella 93-89. Buona partita dei capitolini, giocata a ritmi elevati e che finisce per premiare meritatamente i ragazzi di Piero Bucchi, oggi privi di Baldasso per infortunio.

La squadra ha risposto fisicamente presente all’impegno infrasettimanale, con Thomas e Roberts a tenere botta ai 36 punti di un diabolico Ferguson. Domenica derby laziale a Latina nell’ultimo impegno della regular season: la salvezza diretta passa da lì, e dall’eventuale contemporanea vittoria di Agrigento con l’Eurobasket. E potrebbe non bastare…

LA PARTITA – Vige l’equilibrio nei primi minuti del match, con Thomas e Ferguson che scaldano i motori dal perimetro (5-7). Si procede punto a punto, con Chessa a rispondere dall’arco alla seconda tripla dell’ex Cremona (15-15).

Con Bowers e Sgobba i piemontesi provano a scappare (17-24), Roma accorcia con Thomas (23-24) ma un’altra tripla di Sgobba vale il 23-27. Roberts impatta per il 27-27, ma Bowers dall’arco chiude il primo quarto con Biella avanti 27-30.

Ferguson preme sull’acceleratore in apertura di secondo quarto (29-35), Raucci risponde dall’arco (32-35) ma Biella riallunga con la tripla di Tessitori (32-40). La Virtus non si disunisce e con tre triple di fila da parte del trio Raucci-Parente-Thomas ribalta la situazione (41-40).

Ferguson è ancora letale dai 6,75m (41-43), ma Thomas non arretra di un centimetro e con l’aiuto di Landi manda la Virtus negli spogliatoi avanti 57-51.

Roberts e Parente tengono la Virtus avanti in avvio di secondo tempo (62-55), con Tessitori ad animare Biella. Ferguson firma il -2 (65-63), ma Roma riallunga e con Chessa si porta sul 71-65.

Il vantaggio capitolino smarrisce però di fronte al parziale di 7-0 dei rossoblu, che con Tessitori firmano il 71-72 con cui si chiude il terzo quarto.

Un antisportivo di Bowers apre l’ultima frazione di gioco, con le squadre che rallentano i ritmi. La tripla di Chessa vale il 78-74, ma è ancora Tessitori che tiene a galla Biella.

Nei piemontesi si riaccende però Ferguson, che è autore di tutti gli otto punti rossoblù che permettono a Biella l’aggancio (84-84). Con Roberts e Thomas la Virtus ritrova un minimo vantaggio (90-86), ma l’ennesima tripla di Ferguson vale il -1 (90-89).

Un 1/2 dalla lunetta di Roberts lascia a Ferguson il tiro della possibile vittoria, che non va a segno: i liberi di Landi chiudono il match, con la Virtus che trova il successo per 93-89.

IL COMMENTO – Dicevamo dell’ultima giornata. Per centrare la salvezza diretta Roma deve vincere a Latina e ‘tifare’ Agrigento contro Eurobasket. In caso di aggancio ai biancoblù a quota 24 punti, data la perfetta parità negli scontri diretti della stracittadina capitale, conterà la differenza canestri generale, che oggi recita -7 per la società di Via Dell’Arcadia e -59 per i giallorossi.

A prescindere da come andrà a finire, con l’eventuale appendice dei playout già concretamente ipotizzata da settimane, la Virtus Roma targata Bucchi centra il quarto successo nelle ultime sei gare, per un’iniezione di fiducia e motivazione che potrà tornare utile nell’ipotesi in cui ci sarà Roseto sulla strada dei giallorossi.

Quest’oggi partita fisica, contro il roccioso Tessitori ed un Ferguson che si prende circa un terzo dei tiri dal campo dei piemontesi. Molteplici le note positive odierne: da un Roberts verticale e preciso ad un Thomas ritrovato e frenetico, autore di 28 punti.

Ma soddisfa anche il pacchetto italiani, che vede l’assenza di Baldasso ma registra uno dei migliori Chessa dell’anno (12 punti e 7 assist), con Landi sempre presente e decisivo nei momenti di difficoltà. Intensità difensiva a cui badano invece Parente e Raucci, con quest’ultimo brillante anche in attacco. Male invece un distratto Vedovato, che perde palla in due occasioni e rischia di risollevare Biella.

Dopo la debacle con l’Eurobasket, la Virtus sembra tornata su quella strada che le due vittorie con Agrigento e Treviglio avevano tracciato. La lunghezza di questo cammino si saprà domenica prossima, con i (possibili) playout a fare da spartiacque.

VIRTUS ROMA-BIELLA 93-89 (27-30; 57-51; 71-72)
ROMA: Maresca, Chessa 12, Baldasso ne, Lucarelli, Landi 16, Vedovato, Roberts 22, Thomas 28, Spizzichino ne, Parente 6, Raucci 9. All: Bucchi.
BIELLA: Ferguson 36, Chiarastella 2, Bowers 19, Uglietti 6, Ambrosetti ne, Pollone L., Pollone M. ne, Wheatle 2, Rattalino, Tessitori 18, Sgobba 6. All: Carrea.

Matteo Buccellato

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: