Volley, Italia a forza 18: ko anche la Polonia

Nel terzo weekend di World League gli azzurri ipotecano le finali con due 3-1 contro i biancorossi. Brasile-choc con l’Iran

di Gabriele Farina
su Twitter @Gabri3_0

Italy celebrate

Gli azzurri festeggiano il successo contro la Polonia al Foro Italico di Roma (fonte immagine: FIVB)

Inarrestabili. Gli azzurri del volley domano anche la Polonia e si presentano al giro di boa da capolista a punteggio pieno nella World League 2014. La squadra allenata da Mauro Berruto sta superando le più rosee aspettative. Contro i biancorossi si è rivista la nazionale vogliosa che aveva sgominato l’Iran e sorpreso il Brasile nella tana dei carioca.

Trascinata da un maestoso Zaytsev (24 punti), la formazione azzurra ha resistito alla rincorsa ospite (1-1 al secondo parziale) chiudendo in quattro set la gara al PalaFlorio di Bari. Ai ragazzi di Antiga non sono bastati i 24 punti di Grzegorz Bociek (24 anche per lui) e un atteggiamento mai remissivo: i tre punti sono andati ai padroni di casa.

Emozioni anche a Roma: nell’insolita cornice del Centrale del Foro Italico l’Italia è scattata subito (25-21 25-20) prima da subire la prepotente reazione degli ospiti. Spinti da Rafal Buszek (18 palloni messi a terra), i polacchi hanno piazzato un 25-15 che avrebbe forse seminato qualche insicurezza in un gruppo diverso. Non in questa Nazionale: 25-17 nel quarto set e gara in cassaforte.

L’Italia può chiudere il discorso qualificazione da un punto di vista matematico già dalle sfide in programma venerdì e domenica in Polonia. Un risultato che alla vigilia appariva forse un’utopia, considerata la composizione del girone con il Brasile grande favorito.

I verdeoro rischiano invece di non raggiungere le finali. Bruninho e compagni si sono fatti sorprendere ancora in casa. Stavolta a fare festa è l’Iran di Kovac, che rientra dal Sudamerica con quattro punti in due gare. Archiviata la sconfitta in gara 1 (con gli asiatici in vantaggio per due set a uno) la squadra iraniana ha piazzato un imperioso tre a zero che ha lasciato senza parole i diecimila di San Paolo. Sugli scudi Shahram Mahmoudi con 18 punti.

Ecco il quadro dei gironi:

Pool A: Italia-Polonia 3-1 3-1, Brasile-Iran 3-2 0-3
Classifica: Italia 18, Brasile 5, Iran 4, Polonia 3

Pool B: Usa-Russia 3-2 3-0, Bulgaria-Serbia 0-3 2-3
Classifica: Serbia (ratio punti 1.152) e Usa 10 (rp 1.086), Bulgaria (rp 0.905) e Russia (rp 0.884) 2

Pool C: Belgio-Canada 2-3 3-1, Australia-Finlandia 3-2 2-3
Classifica: Belgio 10, Canada 7, Finlandia 4, Australia 3

Pool D: Argentina-Giappone 3-1 3-0, Germania-Francia 0-3 1-3
Classifica: Francia 17, Argentina 11, Germania 7, Giappone 1

Pool E:  Repubblica Ceca-Corea 3-2 3-2, Olanda-Portogallo 3-2 2-3
Classifica: Repubblica Ceca 7, Olanda (ratio set 1.125) e Portogallo (rs 0.889) 6, Corea 5

Pool F: Turchia-Cuba 1-3, Tunisia-Cuba 1-3, Messico-Tunisia 3-0, Messico-Turchia 3-2, Messico-Cuba 0-3
Classifica: Cuba 9, Messico 5, Turchia 4, Tunisia 0

Pool G: Slovacchia-Spagna 3-1, Porto Rico 0-3, Spagna-Cina 0-3, Porto Rico-Slovacchia 3-2, Cina-Slovacchia 3-1, Porto Rico-Spagna 2-3
Classifica: Cina 9, Slovacchia 4, Porto Rico 3, Spagna 2

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 16 Giugno 2014

    […] appena un punto portato a casa. Pensare che i biancorossi erano stati gli ultimi a essere battuti (con un doppio 3-1) da Zaytsev e soci. Una squadra apparsa fino a quel momento inarrestabile, come testimoniano le […]

  2. 21 Luglio 2014

    […] decretato due delle quattro semifinaliste. Subito una sconfitta contro un’indecifrabile Italia, capace di ottenere 18 punti su 18 nell’andata del proprio girone e di portarne a casa appena uno nelle seguenti sei gare, disputate con una formazione […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: